Home Articoli Edward Simon, Scott Colley, Clarence Penn, A Master’s Diary (2012 Cam Jazz)

Edward Simon, Scott Colley, Clarence Penn, A Master’s Diary (2012 Cam Jazz)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Edward Simon, Scott Colley, Clarence Penn, A Master’s Diary (2012 Cam Jazz), 5.0 out of 5 based on 284 ratings

Edward Simon, Scott Colley, Clarence Penn, A Master’s Diary (2012 Cam Jazz)

A Master’s Diary”: “Diario di un maestro” è il titolo di uno sceneggiato televisivo prodotto nel 1972 con musiche di Fiorenzo Carpi, musicista e compositore che ha scritto molta della musica per il nostro teatro, in primis affiancando le produzioni di Giorgio Strehler per il Piccolo Teatro di Milano, ma anche per il cinema e la televisione negli anni in cui si andavano affermando come mezzi di divulgazione culturale per eccellenza.

Il nome di Fiorenzo Carpi ci associa automaticamente al celebre “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, ma la musica di Carpi ha rappresentato molto di più.

Il disco che il pianista venezuelano Edward Simon in trio con Scott Colley al contrabbasso e Clarence Penn alla batteria dedica a Fiorenzo Carpi può essere considerato un’operazione che parte con l’intenzione dell’omaggio, ma la supera immediatamente, mostrando un uso differente della materia musicale del compositore romano, qua punto di partenza per nuove destinazioni musicali. Se qualcosa resta dell’originale è nell’intenzione: un affresco delle infinite sfaccettature della vita, la lotta quotidiana per la sopravvivenza, lo sconcerto nel pericolo, il coraggio, l’umanità e il suo universo di sentimenti che vanno dalla purezza alla crudeltà.

La differenza la fa il linguaggio che il trio adotta, un idioma moderno cucito sulla pelle del nostro secolo e sulla personalizzazione da parte del trio.

Ospite nella sola track di apertura è il trombettista Diego Urcola, con un groove veloce e scorrevole a cui fa da sostegno la tessitura ritmica puntuale e discreta di Edward Simon al piano che si concede solo un breve assolo, lasciando ampio spazio alla tromba nell’esposizione del tema di Carpi e nell’improvvisazione.

La forza di questo lavoro in studio è la forza narrativa stessa della melodia, la sua intrinseca capacità di tratteggiare con perizia stati d’animo. I tre episodi in piano solo presenti in questo lavoro “Nel parco” (dal film “Maggio musicale”), “Diario di un maestro” (dal film omonimo) e “In cerca di cibo” (da “Le avventure di Pinocchio”) corrispondono a tre momenti di elevato lirismo, una delicata poesia dell’animo umano perennemente in bilico fra entusiasmo e paura dell’ignoto, fra dolcezza e durezza, fra eroismo e desiderio di evasione.

Il cantabile di “Nel parco”, realizzato sul registro medio del pianoforte, rimanda, con la sua limpidezza sonora,  a una sorta di innocenza recuperata. Tutto il suono del disco ci fa pensare alla sincerità come cifra essenziale, a un alfabeto lirico di valori che sono universali.

Anche in “Diario di un maestro”, un brano più introspettivo, quasi metafora del film a cui era destinato sulla caparbietà e l’orgoglio dell’agire per la collettività, con entrambe le versioni presenti nel disco, offre questa intenzione di sincerità, di rigore, soprattutto nella ripresa, quando la costruzione del pezzo si fa quasi architettura polifonica, nonostante il piano solo, e il pensiero per un istante veloce sfiora Bach.

Interessante la doppia versione di “Passeggiata nel parco” (dal film “incompreso”), due brani completamente differenti seppure costruiti sullo stesso materiale tematico: la prima versione quasi classica in senso di idioma jazzistico, la seconda estremamente moderna, con la frantumazione del tema in micro frammenti dall’accentuato cromatismo, in velocità. Un altro punto di vista.

A Master’s Diary” è il prodotto del genio di un trio ricco di riferimenti musicali e culturali in grado di gettare un ponte fra passato, presente e futuro, qualcosa che Carpi, moderno a sua volta nel suo tempo, avrebbe probabilmente apprezzato.

Potete ascoltare e acquistare il cd sul sito della Cam Jazz.

Tracks: 1. Eugenia’s Theme (quartet) / 2. Passeggiata nel parco / 3. In cerca di cibo / 4. Nel parco (piano solo) / 5. Diario di un maestro (piano solo) / 6. Valzer lento / 7. Eugenia’s Theme  / 8. Passeggiata nel parco (reprise) / 9. Diario di un maestro / 10. In cerca di cibo (piano solo)

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO