Home Articoli Duo Gazzana, Poulenc, Walton, Dallapiccola, Schnittke, Silvestrov (2014 ECM)

Duo Gazzana, Poulenc, Walton, Dallapiccola, Schnittke, Silvestrov (2014 ECM)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Duo Gazzana, Poulenc, Walton, Dallapiccola, Schnittke, Silvestrov (2014 ECM), 5.0 out of 5 based on 1 rating

Duo Gazzana, Poulenc, Walton, Dallapiccola, Schnittke, Silvestrov (2014 ECM)

cover gazzana

I cinque compositori nominati nel titolo di questo lavoro discografico, Poulenc, Walton, Dallapiccola, Schnittke, Silvestrov, appartengono al Novecento. Il duo composto dalla pianista Raffaella Gazzana e dalla sorella violinista Natascia ha selezionato per questa release ECM alcuni brani di questi compositori secondo un leitmotiv, quello delle forme e delle strutture appartenenti al passato. È il secondo lavoro per la ECM del Duo Gazzana, che nel 2011 aveva pubblicato “Five Pieces” e rappresenta una interessante sintesi musicale di un repertorio cameristico desueto che ci offre l’occasione di osservare come i compositori cronologicamente a noi più vicini abbiano recepito e rielaborato le tradizionali forme musicali della suite, della sonata, della toccata.

Questo lavoro si apre con la “Suite im alten Stil”, del compositore russo Alfred Schnittke, un omaggio a questa struttura che rispetta pienamente l’organizzazione tradizionale, persino nell’intenzione espressiva. Cambia completamente l’atmosfera nella “Sonata per violino e piano” di Francis Poulenc, un’esplosione di vigore ed energia che si alterna al lirismo più dolce andando a rappresentare degnamente il Novecento e i suoi slanci, le sue contraddizioni interne, il suo travaglio storico e di pensiero. Dell’ucraino Valentin Silvestrov viene proposto un “Hommage à J.S.Bach”, in cui è palese il modernismo del compositore, la sua esperienza avanguardista, dove, soprattutto nella parte iniziale, non si disdegnano aspre dissonanze e una certa tendenza alla rarefazione, aspetti mitigati nella parte finale dove Silvestrov ci regala una melodia leggera. Trionfo della creatività nella “Toccata” del britannico William Walton, dove questa forma antica incontra idiomi improvvisativi e un approccio ritmico tipicamente novecenteschi. La chiusa di questo cd è affidata alla “Tartiniana seconda” di Luigi Dallapiccola, capolavoro di immaginazione e inventiva.

Queste esecuzioni del Duo Gazzana rivelano una profonda conoscenza del materiale musicale, uno studio accurato e rigoroso, una curiosità culturale che fa tesoro della massima di Giuseppe Verdi che campeggia nelle note di copertina del cd e che recita: “Tornate all’antico e sarà un progresso”.

L’ascolto di una delle tracce del cd è disponibile sul sito ECM.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO