Home Speciali Altro speciali Diario di un neofita – Tredicesima lezione

Diario di un neofita – Tredicesima lezione

4
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Diario di un neofita - Tredicesima lezione, 5.0 out of 5 based on 289 ratings

Dopo tre settimane di pausa natalizia, ho ripreso le lezioni del corso preparatorio.

Le vacanze le ho passate esercitandomi sull’Aria di Mozart, 3′ brano del Cesi-Marciano fino ad arrivare a completarlo e a migliorare la lettura del Pozzoli, cercando di solfeggiare i brani con le crome congiunte con maggiore sicurezza.

La lezione è iniziata con il ripasso della teoria vista la lezione precedente (gli Intervalli) e lo studio del nuovo capitolo del Compendio di Letterio Ciriaco I corso: le Scale, in particolare le scale maggiori, che già abbiamo cominciato al pianoforte e di cui ora ho un quadro anche teorico.

Circolo delle quinteHo imparato cos’è il Circolo delle Quinte, utile a ricordare la sequenza di scale che si ottengono a partire dal 5′ grado della scala precedente, ricordando che ogni nuova scala aggiunge un’alterazione secondo la sequenza FA, DO, SOL, RE, LA, MI, SI.

Inoltre che le scale DO#-REb, SOL#-FA# e DOb-SI si dicono omofone e si suonano di fatto nello stesso modo.

Dopo la teoria abbiamo visto il solfeggio Pozzoli, brani 20 e 21, nei tempi semplici di 2/2 e 3/2. Per ottenere più sicurezza nella lettura, visto il maggior grado di difficoltà, ora devo leggere l’esercizio prima di solfeggialro e soprattutto devo ripeterlo almeno 2 volte al giorno.

Al pianoforte abbiamo visto la scala di ReM a mani unite e cominciato quella di LaM, proseguendo – ora lo so – nel circolo delle Quinte delle scale maggiori!

Del Beyer, abbiamo completato gli esercizio 21 e 22 e iniziato a mani separate il 30 e 31. Ora gli esercizi sono più complessi ma musicali ed è più divertente farli.

Lo stesso vale per il Burgmueller, anzi ancora di più visto che a partire dall’esercizio 1 al quale arriverò a breve, si comincia a suonare dei veri brani musicali.

Per l’ultimo momento di lezione, quello ricreativo, abbiamo verificato l’Aria di Mozart che, nonostante qualche indecisione, l’insegnante ha ritenuto finito (in effetti le indecisioni sono state dovute più all’emozione dell’esecuzione di fronte all’insegnante, cosa su cui devo lavorare).

Per la prossima lezione devo cominciare il Minuetto di Ignaz Joseph Pleyel a mani separate, per ora il solo Minuetto, senza il Trio.

Il brano presenta per me grosse complessità, soprattutto le legature tra accordi congiunti. Devo aver fatto proprio una buona impressione se ha ritenuto che fossi già in grado di affrontarlo.

Il problema è che io non so come fare :-)Dopo tre settimane di pausa natalizia, ho ripreso le lezioni del corso preparatorio.

Le vacanze le ho passate esercitandomi sull’Aria di Mozart, 3′ brano del Cesi-Marciano fino ad arrivare a completarlo e a migliorare la lettura del Pozzoli, cercando di solfeggiare i brani con le crome congiunte con maggiore sicurezza.

La lezione è iniziata con il ripasso della teoria vista la lezione precedente (gli Intervalli) e lo studio del nuovo capitolo del Compendio di Letterio Ciriaco I corso: le Scale, in particolare le scale maggiori, che già abbiamo cominciato al pianoforte e di cui ora ho un quadro anche teorico.

Pianosolo consiglia

4 COMMENTI

  1. Se per esercizio 1 di Burgmuller intendi l’op. 100 n. 1 e seguenti allora preparati perché ti divertirai! Quell’opera è davvero interessante e soddisfacente per lo studente… Ciao! 😉

LASCIA UN COMMENTO