Home Classica Dettati musicali: Lezione n.1

Dettati musicali: Lezione n.1

33
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Dettati musicali: Lezione n.1, 5.0 out of 5 based on 292 ratings

 

Lezione n.1

Che cosa sono i dettati musicali? Sono dei brani che vengono eseguiti al pianoforte da un’altra persona, e il nostro compito è quello di trascrivere esattamente su di un pentagramma le note (e il ritmo) suonate.

Esistono due tipi fondamentali di dettati: quello ritmico e quello melodico.

Quello ritmico ha lo scopo di allenare la nostra percezione del ritmo (utilissimo anche per sviluppare i solfeggi), mentre il dettato melodico ha lo scopo di allenare la nostra percezione nell’individuare le giuste note (capire meglio gli intervalli, e quindi è di grande aiuto ai solfeggi cantati).

In Conservatorio, all’esame di terzo anno, il dettato è ritmico-melodico, perciò il mio scopo sarà quello di portarvi a sapere fare un buon dettato ritmico-melodico in modo tale da poter affontare l’esame con tranquillità (ovviamente il dettato musicale è solo la sesta delle 6 prove previste nell’esame di licenza di teoria e solfeggio).

Prima però di iniziare con i dettati veri e propri, c’è un esercizio obbligatorio da fare: riconoscere gli accordi. In base a questo esercizio ognuno di voi si renderà conto di quanto sarà bravo o no nel percepire i suoni. Per individuare gli accordi non intendo che io vi suono un Sol magg. e voi mi dovete dire che ho suonato un Sol magg, ma che io vi suono un Sol magg e voi mi dovete dire se la tonalità dell’accordo suonato è maggiore o minore (per maggiori informazioni vi riporto a questo articolo).

In genere si dice semplificando che un accordo maggiore suscita emozioni di felicità e gioia, mentre unaccordo minore evoca una sensazione di tristezza e malinconia.

Ora vi propongo due esercizi di questo tipo, uno semplice e uno più complicato. Scrivete nei commenti ciò che avete individuato e io vi dirò se avrete fatto bene o male.

Primo esercizio

Prendete carta e penna e cercate di indovinare le tonalità dei seguenti accordi.

Secondo esercizio

Per oggi basta così, ci vediamo settimana prossima per la seconda lezione sui dettati, ciao!

P.S. se su 7 ne avete indovinati 4 o più siete sulla buona strada!

Pianosolo consiglia

33 COMMENTI

  1. Christian per ora la prova consiste nell individuare il modo maggiore o minore dell accordo.In seguito la domanda verterà anche sul tipo di accordo(ossia la sua esatta composizione)?

  2. A orecchio ne ho sbagliati un po’, poi ho cercato di individuarli con l’aiuto della tastiera.
    Dimmi se sono giusti…

    C7 Dm/F B7+ Am E/B Am/C C9

    Cm7 Fm7 Bb Eb7+ Bb7/Db Gm C

    Se non avessi visto che il secondo accordo del primo esercizio era minore, anzichè Dm/F avrei scritto F6, e forse anche C6 al posto di Am/C….

    Mi suona strano quel Bb7/Db

    Saluti e grazie per queste utilissime lezioni

  3. Ho provato a fatica ad individuare gli accordi alti e bassi del primo esercizio del dettato ma il risultato per controllare dov’è?

  4. mi sembra che oltre a maggiori e minori ci siano delle settime o seste..possibile o non ci capisco ancora niente?aiuto..grazie comunque cristian molto utile!laura

  5. risentendo ora il secondo accordo sembra un re minore settima… le armoniche di youtube traggono troppo in inganno anche l'orecchio più fine.

  6. 🙂 l'audio non è assolutamente il massimo, le note basse si trasportano tutte quelle alte, nel primo accordo si sente che suoni solo un DO un sol 1 ottava sopra e un do 2 ottave sopra …

    Ora commentando solo il primo accordo non si riesce a decifrare la tonalità poichè il MI non essendoci ne bemolle o naturale , non si può definire in maniera isolata di che accordo si tratti, servirebbe un contesto melodico per capirlo.

    secondo accordo è un FA maggiore composto da A2 F3 A3

    Terzo accordo Sib7 composto da Bb1 F3 A3 non si riesce a capire se ci sia di mezzo anche un D3

    Quarto accordo LA minore composto da A1 A3 C3

    poi mi sono stancato di analizzare XD

    Cmq è giusto per farti capire che per un neofita questo esercizio è ancora più difficile , ti conviene prendere un programma tipo guitar rig, o cubase. che permette di esportare un file audio a 44khz quindi con tutte le frequenze e le armoniche.
    Cosi da rendere più semplice l'individuazione delle singole note per poter capire le varie tonaità.

    Oppure compra un microfono migliore che riesca a percepire fino a 20khz, questo sarà tanto se riuscirà a riprendere fino a 10khz 🙂 esercizi simili non sono possibili in condizioni simili. ma per riprendere bene ogni armonica servirebbe una microfonazione stereo quanto meno… poichè il microfono posizionato a sinistra del piano prende con maggiore intensità le armoniche basse, uno a sinsitra quelle alte, quindi mettendo la camera a sinistra… tutte le armoniche alte sono troppo lontane per essere riprese bene.

  7. Sono una schiappa, però ci provo:

    I es.

    M-m-m-m-M_m-M

    II es.

    m-M-m-m-m-M-M

    Comunque a me sembrano due serie da 7 accordi.

    Ciao

LASCIA UN COMMENTO