Home Pop “Desperado” – Eagles (spartito per pianoforte)

“Desperado” – Eagles (spartito per pianoforte)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
"Desperado" - Eagles (spartito per pianoforte), 5.0 out of 5 based on 293 ratings

Disperato: chi non lo è mai stato?

untitled

Disperato è il bambino a cui viene sottratta la palla, è l’impiegato che scopre di dover fare parecchie ore di straordinario, è il ragazzo che viene lasciato dalla fidanzatina, è la perdita di un caro.Diverse forme di disperazione che poeti e scrittori riportano su carta, per personale sfogo o per consolare qualche scoraggiato.

Gli Eagles lasciano nella storia questa struggente ballata rock-country che ebbe successo nel 1973: è una canzone che presenta una forte malinconia, che vuole proprio il “desperado” alla ricerca di spazi sconfinati che possano renderlo vivo, libero.

…in un modo o nell’altro, disperata lo sono stata anch’io. Quando persi mia nonna trovai forza proprio nello scrivere… la disperazione dovuta alla perdita trovò sollievo in qualche verso che qui vi riporto:

Allo scivolar

del primo albore nel

calice crepato

settembrino, filtro

percezioni

vetrate; sottil contorno

blu si spiega,

si mescola

alla frescura

e consacra lì, dove

compongo

umili vitali versi

tra il tepor e

l’esser desta,

il prematuro risveglio

d’una sensibil ginestra.

E volgendo lo sguardo

alla flebile luce

bluastra,

luna,

ti chiedo: “ L’amaro

della vita l’ha

presa

con sé, m’ha lasciata

sola,

bambina. Or lei

è ancora qui?”

Venne una pioggia fugace

a rischiarare il cielo.

E venne anche

l’arcobaleno,

a raddrizzare il mio

gracile stelo.

rain-falling-on-tulips-photographic-print-c12689455

La cosa più importante in ogni caso è reagire, non abbattersi, andare avanti.

Emily Dickinson scrisse una poesia piena di speranza nella quale invita il fratello, Austin, a seguirla nella gioia, nel dimenticare scoramento e delusione. La poesia si intitola ‘’c’è un altro cielo’’ e, prima di lasciarvi al video e allo spartito di “Desperado”, do a voi la possibilità di leggerla qui!

 

“c’è un altro cielo,

sempre sereno e bello,

e c’è un’altra luce del sole,

sebbene sia buio là

-non badare alle foreste disseccate, Austin,

non badare ai campi silenziosi

-qui è la piccola foresta

la cui foglia è sempre verde

-qui è un giardino più luminoso

-dove il gelo non è mai stato,

tra i suoi fiori

mai appassiti

odo la luminosa ape ronzare,

ti prego, Fratello mio,

vieni nel mio giardino!”

Buon lavoro!

Qua trovi lo spartito

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO