Home Articoli Dario Candela, Cimarosa. Complete Piano Sonatas (2016 Dynamic)

Dario Candela, Cimarosa. Complete Piano Sonatas (2016 Dynamic)

0
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Dario Candela, Cimarosa. Complete Piano Sonatas (2016 Dynamic), 5.0 out of 5 based on 2 ratings

Dario Candela, Cimarosa. Complete Piano Sonatas (2016 Dynamic)

candela_cimarosa

Più noto per la produzione operistica e sacra che per quella strumentale, Domenico Cimarosa in realtà ha lasciato 88 sonate per strumento a tastiera che, come ci spiega il musicologo Sandro Cappelletto nel testo critico che introduce questa registrazione di Dario Candela, provengono da copie manoscritte non autografe e dall’incerta datazione, la cui prima edizione a stampa comparve nel 1882 a Firenze. Il pianista Dario Candela con questo cd intraprende l’integrale delle Sonate cominciando dalle prime 44.

Il gusto elegante e garbato, tutto settecentesco, di queste composizioni è presente in maniera stilisticamente uniforme in tutti i brani, ma convive con un’inesauribile varietà di atmosfere e con una forma mai univoca. Sono composizioni brevi, eppure dal carattere marcato e singolare, nelle quali la densità di sfumature umorali e di clima riflettono il vivace mondo del compositore. L’interpretazione di Dario Candela evidenzia proprio questa vitalità. Scrive nelle note di copertina del cd “Ho prediletto due aspetti in assoluto: il contrasto e la cantabilità. A mio avviso le Sonate di Cimarosa rappresentano uno scrigno di idee melodiche dove la verticalità, ridotta al minimo, è solo una stampella che regge la voce sovrana, il canto. Non c’è mai in queste opere una melodia che superi una normale presa di fiato. E poi c’è l’universo napoletano dei contrasti, fatto di gouaches, schizzi, bozzetti, panorami, dove alla freschezza di una vena compositiva cresciuta tra lazzi di corte e lazzari di strada si alterna talvolta la tenera malinconia e l’accorata tristezza che sempre hanno fatto da pendant nella cultura di questa città.”

Basta ascoltare queste sonate in successione, così come disposte nella registrazione da Dario Candela, per essere d’accordo con l’interprete. Un universo musicale leggero e dotato di una speciale grazia in cui il guizzo gioioso si alterna al canto più serio e meditato, dove differenti colori esaltano o viceversa sfumano le idee tematiche di Cimarosa, in un moto perpetuo di alternanza. Dario Candela affronta queste Sonate con quel garbo e quell’essenzialità discreta e opportuna laddove si tenga ben presente che questa musica non è concepita per il moderno pianoforte e per le sue fragorose esternazioni di potenza strumentale. Possiamo pensare che Cimarosa sicuramente conobbe il fortepiano, ma non ebbe certamente a disposizione lo strumento moderno che noi oggi conosciamo. Candela possiede la fondamentale abilità della chiarezza, inalienabile da queste composizioni. Con tocco preciso e al contempo espressivo gioca questo gioco settecentesco sulla tastiera e valorizza la ricchezza tematica della scrittura di Cimarosa che anche nella destinazione strumentale conserva quella teatralità che gli appartiene, quell’implicita aspirazione alla vocalità che appunto Candela definisce come “canto”. Nel breve spazio di un solo movimento Dario Candela riesce a esprimere la complessa tessitura di intrecci e rimandi contenuta nella partitura con dovizia di particolari e accuratezza di esecuzione, a riprova di un serio lavoro di lettura e studio condotto su un compositore poco frequentato che vive così, grazie anche a questa operazione, di nuova vita.

Per chi volesse ascoltare dal vivo queste Sonate, Dario Candela terrà un concerto il 13 aprile a Roma nell’ambito dell’iniziativa “Musica per il Giubileo”. Il concerto si terrà alle ore 19 nella Sala del Commendatore (Borgo S. Spirito, 3 – Roma – ASL ROMA 1) e sarà introdotto da Sandro Cappelletto, storico della musica e giornalista. Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.

Informazioni tel.06.6835.2458

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO