Home Classica Cramer 60 studi scelti: n.1

Cramer 60 studi scelti: n.1

10
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Cramer 60 studi scelti: n.1, 5.0 out of 5 based on 291 ratings

Ecco uno dei libri di studi più usato di sempre: il Cramer.

P1010010

Questo libro raccoglie 60 studi tutti utilissimi ed estremamente difficili. Saranno le mie capacità limitate, ma per eseguire bene un esercizio del Cramer mi ci vogliono ben 2 settimane. Negli esercizi è indicata una velocità altissima, come per esempio nell’esercizio n.1 “Allegro, semiminima = 132!”, d’altronde però, con una velocità così elevata, dubito che si possa essere in grado di badare correttamente alla dinamica e al fraseggio.

Ho visto un po’ di video su Youtube riguardo al Cramer. C’è gente davvero talentuosa, ma ho notato che tutti badano alla tecnica ma poco all’espressivita! Il fatto che questi siano studi non toglie che non debbano essere anche musicali! Vi premetto che alcuni esercizi di questa magnifica raccolta, sono dei capolavori, come il 6, l’8, il 16, 18, 19 e tantissimi altri! Il bello di questi studi è che sono davvero piacevoli e che quindi lo studente non si annoia a studiarli, perché il risultato finale ricompenserà ogni loro sforzo. Suonare uno studio del Cramer non è da tutti e perciò è così gratificante eseguirli. Inoltre, per chi non lo sapesse, gli studi del Cramer sono programma del 5° anno di pianoforte, perciò sono obbligatori (non tutti ovviamente) per conseguire il quinto anno.

La tecnica per eseguire questi esercizi è davvero considerevole, e per chi ha studiato per ora l’ Hanon, il Bertini,  e lo Czerny, e vuole iniziare lo studio del Cramer, si dimentichi i 15 minuti al giorno passati sull’ esercizio, ed entri un una mentalità che questi esercizi sono davvero importanti e complicati, e li studi davvero con serietà.

Per farvi capire… questi studi sono famosi quanto gli studi di Chopin (ovviamente in quanto a difficoltà non ne presentano neanche la metà 🙂 ).

Ora vi presento il primo esercizio e vi dò il lunedì come appuntamento settimanale per il Cramer! 😉

Esercizio n.1

L’ esercizio è in Do maggiore, una tonalità semplice, ma tuttavia l’ esercizio risulta complicato 🙂 .

Ecco le 10 operazioni che dovete fare per riuscire bene in questo esercizio (e anche negli altri) :

  1. Studiare il pezzo per 3-4 giorni a mani separate (i primi 2 giorni senza tener conto di nulla, solo delle note)
  2. Unite le mani lentamente senza dinamica e senza fraseggio
  3. Suonate tenendo conto del fraseggio
  4. Suonate tenendo conto del fraseggio e della dinamica
  5. Aumentate la velocità del pezzo a mani unite
  6. Raddoppiate la velocità del pezzo a mani separate (o per lo meno portatelo al 120%)
  7. Suonate il pezzo al contrario (dall’ ultima battuta alla prima)
  8. Suonate il pezzo in maniera frammentata (1° battuta, poi 3° battuta, poi 6° battuta, poi 2° ecc..)
  9. Suonate il pezzo a mani unite a velocità dimezzata
  10. Suonate il pezzo alla velocità propria.

Particolarità

Il pezzo inizia con un arpeggio iniziale che và eseguito in questo modo:

Esecuzione arpeggio

Mentre il secondo arpeggio va eseguito in quest’ altro modo:

do,mi,sol

La differenza quindi è sostanziale. Altre precisazioni sono nella battuta n.7 quando i gruppi di 3 quartine sono suddivise a tre a tre, e non legate come fanno quasi tutti (quello succede ella battuta successiva). E’ importantissimo rispettare la dinamica che è molto complicata perchè un cresc. che dura ben 5 battute! Ed è davvero difficile calibrare il tocco in uno spazio temporale di 5 battute. Per il resto, non ho altre precisazioni da aggiungere…

Buon lavoro!

Pianosolo consiglia

10 COMMENTI

  1. complimenti vivissimi…suonavo il pianoforte da anni ma non lo ho mai affrontato per mancanza di una adeguata preparazione tecnica anche se suonavo pezzi da 5 anno di conservatorio ma a tecnica ero al2 anno.la mia insegnante si preoccupava di farmi solo suonare approfittando del fatto che ti riuscivo a mettere le 2 mani insieme già alla seconda lettura del pezzo,non subito perfettamente ma ci mettevo poco.poi ho smesso…e ora non riesco a sfiorarlo nemmeno.mi prende ansia…

  2. Ihih grazie mille Emanuela! In effetti sono un pò difficilini e immergersi quando non si ha ancora la tecnica giusta per affrontarli è dura! Però con un buonissimo lavoro penso che fra qualche annetto anche, puoi iniziare a studiarli 🙂

    Christian

  3. Che dire Christian?
    A parte il farti i complimenti, dopo averti visto all’opera direi che posso tranquillamente dare a Cramer appuntamento tra un paio di annetti, di studio fatto come si deve… se no altro che 2 anni! 😀
    Emanuela

LASCIA UN COMMENTO