Home Articoli Altro Consigli per migliorare la lettura a prima vista

Consigli per migliorare la lettura a prima vista

3
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Consigli per migliorare la lettura a prima vista, 5.0 out of 5 based on 287 ratings

La Lettura a prima vista non è un “dono della natura”. E’ solo una capacità che la si può acquistare, soprattutto con il tempo e con lo studio.

Come vedremo nel video che segue, ho cercato di riassumere, tramite parole povere, la capacità che hanno i pianisti di leggere uno spartito, anche difficile, a prima vista.

Quello che intendo sottolineare è che la lettura a prima vista non la si migliora solamente leggendo tante note di qualsiasi spartito. Ma questa migliora automaticamente da sola col passare del tempo e col costante studio.

Infatti, quando un pianista legge uno spartito per la prima volta, non ha sempre il tempo per poter leggere ogni singola nota della destra e della sinistra, così si ritrova spesso a lavorare di intuito e di conoscenze generali, cercando di portare alla memoria ogni singola conoscenza dell’armonia per poter cercare di eseguire al momento quel determinato passaggio nel miglior modo possibile.

Per cercare di comprendere meglio questo discorso, ti voglio presentare questo video.

N.B. Nel video, quando mi riferisco alla tonalità di La, parlo di accordo di Sol7 dim. in realtà è stato un errore e mi riferivo all’accordo di Sol#7 dim.

Buona visione!

Per migliorare la tua lettura della chiave di basso allora clicca qui.

Pianosolo consiglia

3 COMMENTI

  1. Trovo interessanti i suggerimenti forniti; spero di poterne trarre vantaggio, aumentando la velocità di esecuzione senza perdere il tempo del brano. Grazie.

  2. In pratica è come facco da autodidatta. Ovviamente non ad alti livelli, ma nel mio piccolo ho sempre fatto cosi e pensavo che fossi io incompetente ad approssimare le cose a prima vista. Un grazie per tutti i tuoi utilissimi tutorial.

LASCIA UN COMMENTO