Home Speciali Altro speciali Confort Piano di Pietro Bonadio

Confort Piano di Pietro Bonadio

4
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Confort Piano è l'accessorio rivoluzionario per pianoforte
Confort Piano di Pietro Bonadio, 5.0 out of 5 based on 192 ratings

Pietro Bonadio, docente, pianista, compositore e divulgatore della cultura musicale è l’inventore di un sistema rivoluzionario per il pianista amatoriale e professionista: Confort Piano.

Cosa è Confort Piano?

Confort Piano è un accessorio che può essere applicato alla tastiera di un pianoforte, di un organo, di una tastiera elettronica, di un clavicembalo, di una fisarmonica (o altri strumenti), che emette un flusso d’aria, regolabile in temperatura (da freddo a caldo), da delle fessure situate sopra la tastiera.

Comfort Piano Bonadio

I vantaggi di Confort Piano

Avere una buona circolazione d’aria sulle mani si traduce in una migliore circolazione sanguigna, le dita si scaldano con maggiore facilità d’inverno e si mantengono fresche d’estate. Si evitano così problemi di articolazione (avete presente quando fa freddo e le dita sono praticamente inchiodate?), di sudorazione eccessiva, di ingrossamento delle dita.

I vantaggi durante l’esecuzione sono quindi molteplici e di notevole importanza: pensiamo al caldo umido, alla tastiera scivolosa che espone il pianista al rischio di errori di tecnica o clamorose “stecche”, a note zoppicanti dovute alle dita fredde, al gioco in velocità sui tasti neri che può essere compromesso dall’ingrossamento delle dita.

Confort Piano è in grado di ovviare tutti questi problemi e garantisce maggiore tranquillità al pianista, facendo dimenticare la tensione emotiva dovuta a queste cause.

Il nostro test

Lo staff di Pianosolo ha avuto l’opportunità di provarlo in anteprima presso la fiera internazionale di pianoforte Cremona Pianoforte. La sensazione sulle mani è stata immediatamente piacevole: l’emissione d’aria è dolce e diffusa, il flusso è regolabile mediante una manopola sulla sinistra. Allo stesso modo è possibile rendere più freddo o più caldo il flusso d’aria tramite una manopola dedicata. Serve un po’ di tempo per scaldarsi, ma il risultato è molto buono, le dita apprezzano il tepore, mai eccessivo. Il risultato, quindi, è stato positivo. 

Come ordinare Confort Piano?

Per maggiori informazioni (e per il prezzo) visitare il sito confortpianobonadio.it o scrivere alla mail info@confortpianobonadio.it

Pianosolo consiglia

4 COMMENTI

  1. Infatti il problema è proprio quello,cioè di non trovarsi, nelle situazioni giornaliere ,come ad es.quelle, di aprire il vano del motore delle nostre attuali automobili, che facendo uso di una forte tecnologia messa a disposizione, non si riesce a trova un “buco” idoneo per poter cambiare ad es. le candele..indi si spera in futuro di non trovarsi col vano tastiera talmente zeppo di tecnologia,da rendere difficile persino le elementari operazioni di pulizia e regolazione della meccanica stessa,vedi asportazione della tastiera,ecc ecc..teniamoci il buon pianoforte ACUSTICO!

  2. Simpatica e geniale idea!! non credo possa danneggiare il pianoforte, se ben realizzato, sono quelle trovate che possono diventare facilmente uno standard oppure andare nel dimenticatoio… chi avrebbe scommesso nell’aria condizionata in auto molti anni addietro?! tutto dipenderà se qualche casa costruttrice la adotterà nella sua realizzazione integrandola nello strumento (analogamente si potrebbe fare con le luci a led sulla tastiera).

    • Proprio perché non è invasivo e il flusso d’aria non è sparato come quello di un condizionatore… mi è piaciuto. La mia perplessità semmai è sulle serpentine che scaldano l’aria… non è che danneggeranno il pianoforte?

LASCIA UN COMMENTO