Home Avanzato Come Suonare Lo Studio Op.10 n.1 di Chopin

Come Suonare Lo Studio Op.10 n.1 di Chopin

10
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Come Suonare Lo Studio Op.10 n.1 di Chopin, 5.0 out of 5 based on 287 ratings

Gli studi di Chopin sono qualcosa di incredibilmente sensazionale. Oltre ad essere delle perle per lo sviluppo della tecnica pianistica, sono brani assolutamente incredibili da ascoltare. Ma il livello di questi studi non si accosta minimamente a quelli del Duvernoy o a quelli del Cramer, è ben superiore! Alcuni di questi studi si iniziano a studiarli in genere verso l’ottavo anno, ma questo studio che presenteremo in questo articolo è ancora più complicato e non di rado lo si vede eseguire solo al diploma (o laurea).

Ascoltiamo lo studio:

Come vedi anche Esther Park (la pianista del video) ha sbagliato qualche nota, ma non è la sola. Anche nelle migliori registrazioni degli studi di Chopin si ritrovano degli errori. Sinceramente non so se esista una registrazione di questo studio senza una nota sbagliata, come faceva Chopin?

Ovviamente bisogna stare molto attenti a studiare questo pezzo. Come vedi è basato interamente sugli arpeggi della mano destra, ma non sono semplici arpeggi di un’ottava disposti su più ottave, ma sono arpeggi molto ampi che distendono il palmo della mano e creano un grande grado di tensione su di essa, perciò nello studio di questo pezzo, si può incorrere in infortuni.

Forse è uno degli studi che ha troncato più carriere in assoluto, perciò …attenzione!

Sto studiando questo studio ovviamente in maniera molto lenta, inserendo diverse varianti, e appena sento dolore nella mano mi riposo (consiglio ricevuto da molti pianisti 😀 ). E’ inutile continuare con il dolore, anzi, non c’è cosa peggiore! Si procede per gradi, piano piano. E’ corretto studiare 2-3 ore al giorno solo questo studio, ma ovviamente non deve essere uno studio da consumarsi tutto d’un fiato. Si potrebbero suddividere le sedute di studio in 30 minuti l’una.

Ci sono alcuni passaggi di questo studio di un meccanismo complicatissimo, come nelle battute 30, 31, 32, e pur di riuscire a superare questi passaggi, molti pianisti si inventano diteggiature impossibili. Nel video di sopra abbiamo infatti visto come a volte la mano sinistra entra in aiuto della destra, nonostante questo aiuto non sia segnato sullo spartito.

Non posso dare ulteriori consigli in merito a questo brano dato che è ben al di sopra della mia portata, perciò lascio la parola a chi ne sa ben più di me, una lezione assolutamente da non perdere!  😉

Sicuramente dopo questo bellissimo video, abbiamo imparato come utilizzare il movimento della mano corretto per poter eseguire questi studi.

Qui un altro tutorial di Paul Barton

Pianosolo consiglia

10 COMMENTI

  1. Al tempo indicato (Allegro – semiminima=176) è probabilmente il più difficile studio di tutta l’op. 10.
    E’ un piacere studiarlo, anche a velocità ridottissima.
    Pezzo sublime.

  2. Questo studio è uno dei piu” facili” studi di Chopin. é molto naturale e non causa malanni ai tendini. Il n°2 ,suo vicino di banco, invece può essere pericoloso perche fa lavorare in posizione innaturale le dita 3,4,5

  3. Buon giorno Christian, mi scusi ma a chi rivolge questi “consigli” ? non a un professionista né tanto meno ad un amatore, mi permetta di segnalarle delle esecuzioni valide di questo studio
    Louis Lortie, l’esecuzione senza errori che cercava http://www.youtube.com/watch?v=tH6za0Cp4RA;
    Daniil Trifonov http://www.youtube.com/watch?v=qzzU7RtOWv8
    Ohlsson http://www.youtube.com/watch?v=tH6za0Cp4RA
    Kissin Evgeny http://www.youtube.com/watch?v=AdthPE-EeLc
    e se desidera seriamente studiarlo le segnalo questo tutorial che prende in considerazione correttamente le reali difficoltà dello studio
    Paul Barton http://www.youtube.com/watch?v=xVRZRm1UIyI
    oppure si faccia un giro qui
    http://zenchopin.blogspot.it/2012/06/suonare-chopin-con-chopin.html
    con rispetto
    ednasnipoch

  4. Interessantissimo, grazie.
    Inoltre avalla un paio di ipotesi sperimentali che avevo autonomamente formulato (non con Chopin però, troppo difficile per me, ancora).
    Già salvato nei preferiti di youtube….! 🙂

  5. Scusi. Da chi o cosa è venuto a conoscenza della notizia biografica di Pollini??? Sicuro che sia stato operato ?? A che età?? A me risulta che a 18 anni,quando vinse il concorso Chopin di Varsavia, avesse già in repertorio l'integrale degli studio op.10 e 25 di Chopin! Non ho mai letto di sue operazioni chirurgiche.
    Grazie, saluti

LASCIA UN COMMENTO