Home Avanzato Chopin – Studio op.10 n.6 (Spartito)

Chopin – Studio op.10 n.6 (Spartito)

2
GD Star Rating
a WordPress rating system
CONDIVIDI
Chopin - Studio op.10 n.6 (Spartito), 5.0 out of 5 based on 291 ratings

Quando parliamo degli studi di Chopin, ci immaginiamo sempre qualcosa di virtuosistico. Tuttavia non tutti gli studi hanno questo carattere. Lo studio Op. 10 n.6, per esempio, è uno studio che potrei definire cantabile. Non è l’agilità nelle dita ad essere evidenziata in questo studio, bensì l’espressività.

Lo studio, in tonalità di Mib minore, è stato composto da Chopin nel 1830 e pubblicato nel 1833. Il tempo è in 6/8 è un Andante con molto espressione. Si tratta di un brano che richiede grande capacità e forza interpretativa.

Ma veniamo ora alla struttura del brano. Si tratta di un pezzo a 4 voci, perfettamente distinguibili in tutto il brano. Eccone la suddivisione in queste prime battute.

Una voce superiore che canta (rosso), una voce che sostiene il canto (arancione), una voce che crea tensione (verde), una voce che crea i bassi (azzurro).
È inutile sottolineare l’importanza che deve avere la voce principale (rosso) che dovrà essere messere in risalto più di tutte le altre, ma non meno importanza ha la voce interna (verde) che mormora qualcosa durante tutto il brano. Ecco cosa pensa il pianista francese Alfred Cortot di questo studio:

“…sotto il lamento appassionato della voce superiore […] dobbiamo ascoltare una parte vitale inferiore […]”

La parte interna (verde) è composta esclusivamente da sedicesimi, giocando con pochi suoni vicini fra loro. Questi continui sedicesimi hanno lo scopo di rendere agitato il brano. C’è una cosa che mi preme sottolineare. Chopin non è sinonimo di suono legato. Chopin, quando richiedeva un suono legato, inseriva una legatura. Infatti nell’edizione Urtext di questo studio troviamo scritte solo in alcune parti delle legature di frase, ma nelle prime 20 battute, per esempio, non compaiono. Cosa che invece accade in altre edizioni:

Nell’edizione Urtex, dopo i due Solb iniziali (quello in levare e quello in battere), bisogna sollevare la mano (respirare= per poter eseguire i sedicesimi Fa, Mib).

Qui di seguito trovi lo spartito. Buono studio!

Download spartito

Pianosolo consiglia

2 COMMENTI

  1. “che nel suo ambito questo studio sia tra i piu’ difficili, lo dimostra il fatto che non e’ quasi mai eseguito, le difficolta’ virtuosistiche si superano piu’ facilmente di quelle stilistiche ed espressive. E’ una realizzazione armonica che supera tutto cio’ che era stato immaginato, e che si poteva immaginare al tempo suo. L’aspetto polifonico non inganni, siamo piu vicini a Wagner e a Debussy che a Bach” G.Belotti Chopin EDT

LASCIA UN COMMENTO