Home Pop Bring me to Life – Evanescence (spartito per pianoforte)

Bring me to Life – Evanescence (spartito per pianoforte)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Bring me to Life - Evanescence (spartito per pianoforte), 5.0 out of 5 based on 299 ratings

Il ritornello è diretto, schietto, senza troppi giri di parole. Sono parole forti, parole che finiscono inevitabilmente per smuovere qualcosa dentro di noi. Molta gente, chi più e chi meno, si è sentita così almeno una volta nella propria vita. Si cade, si tocca il fondo e si cerca di scappare, di rialzarsi e trovare a strada giusta per reagire e non farsi inghiottire.

“[Wake me up] Wake me up inside /(Svegliami) Svegliami dentro
[I can’t wake up] Wake me up inside /(Non riesco a svegliarmi) Svegliami dentro
[Save me] Call my name and save me from the dark /(Salvami) Chiama il mio nome e salvami dalle tenebre
[Wake me up] Bid my blood to run /(Svegliami) Ordina al mio sangue di scorrere
[I can’t wake up] Before I come undone /(Non riesco a svegliarmi) Prima che io venga distrutta
[Save me] Save me from the nothing I’ve become /(Salvami) Salvami dal nulla che sto diventando”

La richiesta di aiuto è precisa, ma spesso, un pò per timore e paura, si cerca di non coinvolgere nessuno, si vive in solitudine, con la speranza di uscirvi e di rivedere a luce. In attesa di un richiamo, con il desiderio di sentire ancora una volta il mio sangue scorrere nelle vene. C’è la paura di essere distrutti, proprio ora che ci si avvicina al nulla. La richiesta è solo una: Bring me to life (Portami in vita)

“Frozen inside without your touch /Ghiacciata dentro, senza il tuo tocco
Without your love, darling /senza il tuo amore, caro
Only you are the life among the dead /Solo tu sei la vita in mezzo alla morte”

L’incredibile Bring Me to Life è il singolo di debutto della rock band statunitense Evanescence,e fu pubblicato il 4 aprile 2003. E’ per merito di questa canzone che questa band si è fatta conoscere al Mondo ed in Italia. La canzone fa parte della colonna sonora del film Daredevil.
Amy Lee la scrisse dopo che qualcuno le chiese: Sei contenta della tua vita?.
La voce maschile è quella di Paul McCoy dei 12 Stones; originariamente la canzone venne scritta per una voce sola, ma la casa discografica, la Wind-Up Records, ha voluto aggiungere una voce maschile.
Il video, diretto da Philip Stolzl, è stato registrato in Romania nel gennaio 2003: proprio nel video Amy si sveglia nel mezzo della notte e sale per i cornicioni di un grattacielo per vedere una band che suona. Lei raggiunge i ragazzi, ma precipita dal palazzo: l’immagine di lei che cade è indimenticabile, angosciante, avvolge lo spettatore e provoca una forte fitta allo stomaco. Paul cerca invano di salvarla, ma le immagini tornano a mostrare lei nel letto: era tutto un sogno.

Potete trovare qua lo spartito per pianoforte.

Evanescence

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO