Home Lezioni “Bordeaux” studio n.4 – Preludi Colorati di R.Vinciguerra

“Bordeaux” studio n.4 – Preludi Colorati di R.Vinciguerra

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
"Bordeaux" studio n.4 - Preludi Colorati di R.Vinciguerra, 5.0 out of 5 based on 203 ratings

“Bordeaux” è il quarto studio tratto dalla raccolta  “i Preludi Colorati” di Remo Vinciguerra.

È forse il brano più impegnativo di tutta la raccolta per due motivi:

  • Lunghezza (4 pagine)
  • Diteggiatura obbligata e non proprio agevole della mano destra

Lo studio, in mi minore, è diviso in due parti, esposizione del tema e variazione: basso alla mano sinistra e mano destra che esegue prima doppie note, poi arpeggi spezzati.

Come avrete intuito, sulla mano destra troverete quasi tutte le difficoltà tecniche. Per cominciare, le doppie note andranno eseguite facendo attenzione  a suonare entrambe le note nello stesso momento! Nei passaggi tra i bicordi, infatti, per evitare il classico effetto ad arpeggio e legare il più possibile, dovrete seguire attentamente la diteggiatura riportata. Solo così non dovrete compiere salti mirabolanti con atterraggi scomodi e dolorosi! L’uso del pedale, costante in tutto lo studio, potrà aiutarvi un po’.

Nella “VARIANTE” Remo Vinciguerra abbandona l’uso delle doppie note a favore di crome in arpeggi spezzati. Anche in questo caso è fondamentale seguire attentamente e fiduciosamente la diteggiatura.

Studiate a mani separate la mano destra e dividere il lavoro in blocchi di battute. In questo modo riuscirete a raggiungere un buon risultato nel giro di pochissimo.

Buono studio!

 

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO