Home Articoli Big Blue, Strange Wonder (2013, Cam Jazz)

Big Blue, Strange Wonder (2013, Cam Jazz)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Big Blue, Strange Wonder (2013, Cam Jazz), 5.0 out of 5 based on 219 ratings

Big Blue, Strange Wonder (2013, Cam Jazz)

a2878589515_2

La musica del Nord Europa sembra sempre legarsi a un concetto di grande spazio, di indefinita apertura e contemporaneamente ad aree non astratte, bensì visivamente ancorate a un paesaggio, compiendo una sorta di miracolosa compenetrazione fra impalpabilità e concretezza. Già dai titoli dei brani questo “Strange Wonder”, seconda prova discografica con la Cam Jazz, per il progetto Big Blue che annovera Jorma Kalevi Louhivuori alla tromba, Antti Kujanpää al pianoforte, Jori Huhtala al contrabbasso e Joonas Leppänen alla batteria, vediamo fluire immagini di stagioni, di pioggia, di ampi silenzi. Eppure questa musica non procede come astratta sillabazione sonora, come indefinita geometria di un orizzonte, piuttosto ci parla di un calore che è comunicazione del vissuto, esperienza forte e permanente, basti pensare alla title track e alla sua marcata scansione ritmica, alla frenesia di “Evil Pelicans”, all’enunciato incisivo dell’esordio di “Camomile”, al tono narrativo di “Harvest Season” che gioca su un ostinato della sezione ritmica su cui la tromba di Louhivuori innesta il suo racconto in tutte le sfumature possibili.Così come di segno opposto ma di uguale intenzione le delicate ballad come “Forgotten in Space” e “Listening to the Silence”. Un quartetto in cui il gioco delle parti pur restando serrato valorizza sempre le singole voci strumentali e anzi ne esalta la varietà timbrica.

Ascolto dei brani in anteprima sul sito della Cam Jazz.

Tracklist: 1.Camomile/ 2.Harvest Season  3.Eleven Minutes In the Rain/ 4.Strange Wonder/ 5.Evil Pelicans/ 6.Places/ 7.Forgotten In Space/ 8.Trinity/ 9.Listening To The Silence

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO