Home Articoli Al via Amiata Piano Festival 2015!

Al via Amiata Piano Festival 2015!

1
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Al via Amiata Piano Festival 2015!, 5.0 out of 5 based on 1 rating

Al via Amiata Piano Festival 2015!

Ph Marco Davoli
Ph Marco Davoli

Il 25 giugno prende il via l’undicesima edizione di “Amiata Piano Festival”, rassegna internazionale fondata e diretta dal Maestro Maurizio Baglini e sostenuta dalla Fondazione Bertarelli. Il festival, che negli anni si è andato consolidando come realtà musicale d’eccellenza e che ha ospitato artisti provenienti da tutto il mondo, anche quest’anno presenta un programma di elevata qualità e una novità importante che andrà a valorizzare ulteriormente i concerti in cartellone. È nato infatti il Forum della Fondazione Bertarelli, un auditorium progettato dallo studio Edoardo Milesi & Archos, con capienza di 300 posti e caratteristiche acustiche di particolare pregio. Il nuovo auditorium si trova a Poggi del Sasso, Cinigiano, Grosseto, non troppo distante dalle precedenti sedi del festival: la sala da musica San Giuseppe, che si trasforma in sala di registrazione, e la Cantina di ColleMassari , che potrà essere visitata su prenotazione. Un gioiello di architettura perfettamente incastonato fra le colline alle pendici dell’Amiata che consente l’apertura dei concerti a un pubblico che negli anni è andato crescendo in maniera esponenziale.Anche quest’anno partner tecnico della manifestazione è Fazioli Pianoforti, un’eccellenza nell’eccellenza.

Ph Michele Maccarrone
Ph Michele Maccarrone

Amiata Piano Festival” mantiene la sua articolazione in tre serie di concerti: la prima, denominata Baccus, dal 25 al 28 giugno, la seconda, Euterpe, dal 30 luglio al 2 agosto, l’ultima, Dionisus, dal 27 al 30 agosto.
L’inaugurazione del 25 giugno vedrà protagonisti Maurizio Baglini al pianoforte e la violoncellista Silvia Chiesa che saranno impegnati nell’esecuzione della Sonata op. 19 di Rachmaninov e la prima assoluta di “150 Decibel” del compositore Nicola Campogrande. Ma le sorprese non sono finite.  A testimoniare uno dei concetti caratterizzanti il festival, oltre all’attenzione particolare riservata alla musica da camera, l’estrema apertura a ogni forma di espressione musicale, la considerazione della musica come linguaggio totale. La stessa serata sarà infatti occasione per ascoltare alcune interessanti riletture di Bach, Schumann, Chopin, Gulda, da parte del pianista Carlo Guaitoli e del contrabbassista Attilio Zanchi, fra classica e jazz, senza confini.

Ph Ugo Dalla Porta
Ph Ugo Dalla Porta

Il programma completo di “Amiata Piano Festival” è visionabile sul sito dedicato. Sulle stesse pagine web è possibile acquistare i biglietti per i singoli concerti.
Un festival da non perdere per l’ottima musica, il paesaggio incantevole, fra i vigneti gli uliveti della famiglia Bertarelli-Tipa, e per i vini pregiati che verranno offerti nell’intervallo di ciascun concerto dalla Cantina ColleMassari!

Pianosolo consiglia

1 commento

LASCIA UN COMMENTO