Home Classica Adeste, Fideles (spartito per pianoforte)

Adeste, Fideles (spartito per pianoforte)

0
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
Adeste, Fideles (spartito per pianoforte), 5.0 out of 5 based on 326 ratings

« Adeste fideles læti triumphantes,
venite, venite in Bethlehem.
Natum videte Regem angelorum.
Venite adoremus (ter)
Dominum.

« Venite, fedeli, lieti e trionfanti,
venite, venite a Betlemme.
Nasce per noi Cristo Salvatore.
Venite adoriamo (tre)
il Signore Gesù.

Questa è la prima strofa di uno dei canti natalizi in lingua latina più conosciuti ed apprezzati del Natale: Adeste Fideles.

Fino ad oggi non esitono prove atte a stabilirne con certezza la paternità, ma sembra essere stata scritta e composta da John Francis Wade durante la metà del XVIII secolo. Egli lo avrebbe trascritto da un tema popolare irlandese scritto da John of Reading nel XIII secolo. Il pezzo venne proposto da Wade tra il 1743 ed il 1744 a un coro cattolico, a Douai, cittadina nel nord della Francia, a quel tempo importante centro cattolico di riferimento e di rifugio per i cattolici perseguitati dai protestanti nelle Isole britanniche.

I quattro versi dell’inno originale sono stati estesi ad otto, tradotti in centinaia di lingue, come la traduzione scritta dal sacerdote cattolico inglese Frederick Oakeley,  “O Come All Ye Faithful”, particolarmente diffusa.

Una ricerca molto approfondita e dettagliata sulla genesi di Adeste Fideles è stata condotta da Stephan Dom Giovanni. Vi consiglio di  leggerla qua.

Il Prof. Bennett Zon, a capo del Dipartimento di Musica della Durham University, sostiene – addirittura – che il testo nascondesse una facile cabala fonetica: una sorta di inno per chiamare a raccolta gli Scoti ‘fideles‘ attorno allo Young Pretender (qui, un articolo della BBC con all’interno un audio del Prof. Bennett), dove il Regem Angelorum diventa il Regem Anglorum!

Che storia intricata ed affascinante!

Lo spartito che voglio proporvi è lo spartito per pianoforte di Adeste Fideles con l’aggiunta di una voce che potrà essere eseguita dal violino o dal flauto. Troverete qualche difficoltà nell’esecuzione, ma ne vale decisamente la pena. Il Natale è vicino, godiamocelo anche con la musica.

scaricare spartito per pianoforte


lo avrebbe trascritto da un tema popolare irlandese[1] nel 17431744 per l’uso di un coro cattolico, a Douai, cittadina nel nord della Francia, a quel tempo importante centro cattolico di riferimento e di rifugio per i cattolici perseguitati dai protestanti nelle Isole britanniche.

Pianosolo consiglia

LASCIA UN COMMENTO