Home Classica 19 Pezzi Facili di Bach n.10 – Marcia

19 Pezzi Facili di Bach n.10 – Marcia

5
GD Star Rating
loading...
CONDIVIDI
19 Pezzi Facili di Bach n.10 – Marcia, 5.0 out of 5 based on 285 ratings

Questo decimo brano della raccolta 19 pezzi facili di Bach non è da sottovalutare. Anzi, ci sono molte sezioni dove bisogna prestare particolare attenzione. Il brano è in Re maggiore, quindi ha in chiave il Fa e il Do diesis, ed il tempo è tagliato. Ciò significa che ogni nota vale metà del valore reale. Se per esempio abbiamo sullo spartito una croma, questa varrà una semicroma, perché ogni valore è stato dimezzato.

La sinistra esegue come sempre il non legato, infatti sullo spartito è chiaramente scritto. Questa regola ovviamente vale solo per le semiminime  della mano sinistra, le crome sono escluse dal non legato.

Come vedrai poi nella spiegazione che segue, bisogna fare attenzione a evidenziare l’elemento musicale che va a formare il tema, sia quando capita con la mano sinistra, sia quando capita con la mano destra.

Bisogna prestare molta attenzione ai respiri, ovvero quando finisce una frase e ne inizia un’altra, oppure come in battuta n. 17 troviamo quella specie di virgola che sta a rappresentare un grande respiro da parte della mano destra.

Bisogna rispettare bene le pause e far durare le note solo per il loro reale valore.

Attenzione al trillo di battuta 7, che è composta da una quintina (Do-Si-Do-Si-Do) e da una croma (Si) che si appoggia sul La (scritto). In totale possiamo dire che quel trillo è formato da 6 note.

Qui di seguito trovi l’esecuzione del brano con la relativa spiegazione, buona visione!

Pianosolo consiglia

5 COMMENTI

  1. In questa marcia, alla terzultima battuta, al basso, le prime due semiminime sono fa# e si, ma nel video sembra che tu le esegua in ordine inverso, prima il si e poi il fa#.

    • Ciao Vincenzo! Fotocopiare lo spartito è illegale, tuttavia se si riesce a trovare questo spartito di Pubblico dominio non ci sarebbe alcun problema. Ti consiglio di provare a cercare su questo sito: http://imslp.org/ cliccando poi su "Petrucci Music Library".

      Buona fortuna per la tua ricerca! 😉

  2. Ciao, anche io sto studiando questo pezzo (:
    Ad un certo punto, dove c'è il la ribattuto più volte e i re ribattuti dell'ultima battuta, tu li fai con lo stesso dito (mi pare). Perchè non fai con la diteggiatura 3 2 1 3 2 1 etc.?

    • Ciao Andrea, solitamente i ribattuti veloci si fanno col cambio di dito come dici tu. Tuttavia dopo i ribattuti c'è un arpeggio, perciò mi ritorna comodo avere il 5 sul Re. Anche nella ricordi il dito non viene cambiato. Per riassumere: questione di comodità, e dato che non dobbiamo ricercare una bellezza particolare del suono (in Bach), non ritengo sia necessario effettuare questo cambio di dita 😉

LASCIA UN COMMENTO